Tuesday, June 9, 2009

Perche' ci odiano?



Abbiamo intervistato il giornalista Paolo Barnard per farci raccontare brevemente le motivazioni per cui ha scritto il libro "Perche’ ci odiano?”. Un libro in cui, con precisione certosina e documentazioni inconfutabili, vengono denunciati i crimini che il mondo occidentale, ed in particolare USA e Gran Bretagna, hanno perpetrato nell’ultimo secolo ai danni di moltissimi Stati in via di sviluppo. Programmi fondati su militarizzazione spinta e propaganda disinformativa per ribaltare la realta’ e acquisire consensi per continuare con i propri crimini. Tutto cio' alimenta da anni in quei popoli sentimenti di rancore e odio nei nostri confronti. Sentimenti che risultano pienamente capibili nel momento in cui se ne conoscono le ragioni. Raccomandiamo vivamente la lettura del libro.
La discussione poi si e’ incanalata in considerazioni un po’ piu’ generali sulla situazione socio-politica contemporanea, cercando di analizzare il perche’ gli italiani vivano in uno stato di apatia completa, incapaci di alzare la testa.
Buon ascolto. Il video linkato e' la prima di tre parti. La seconda e' qui, mentre la terza parte e' qui.

2 comments:

Anonymous said...

Le sofferenze del popolo palestinese negli ultimi cinquant'anni sono state indicibili. Il lavoro paziente di Arafat tuttavia è stato vanificato da frange estremiste che a mio avviso sono state alimentate da qualcuno che trae vantaggio dal prosieguo della guerra. Certo non il popolo palestinese. Israele come dice Barnard non vuole la pace, vuole la guerra, la guerra è funzionale alla politica di Israele, se non ci fosse la guerra Israele non potrebbe dire di essere minacciata. Il punto è: perchè deve farsi credere minacciata? Io dico perchè così ha una logica il Sionismo. Napoleone doveva combattere sempre perchè solo così il disegno della rivoluzione francese aveva un senso e solo così poteva tenere unito un impero: l'idea della conquista dell'europa agli occhi dei suoi sudditi stessi. Israele vuole la guerra perchè cosi il Sionismo tiene uniti gli ebrei nel mondo ( che continuano ad inviare denaro ad Israele); chi continua a finanziare Hammas? Il mondo musulmano? anche. Ma chiediamoci pure: cui prodest? non è anche questo funzionale alla politica di Israele? Una nuova indagine da fare sarebbe quella di seguire la pista dei soldi che arrivano agli estremisti palestinesi, e credo che si scoprirebbero delle cose interessanti. Gustavo

miciotigre said...

Purtroppo e' cosi' come dici. La pace non arrivera' mai per il popolo palestinese, perche' Israele non se la puo' permettere. Stanno portando avanti un programma di pulizia etnica che deve essere terminato.
E' come il mondo occidentale che non puo' permettersi la scomparsa di Al queda o delle altre organizzazioni terroristiche create ad hoc, altrimenti come fanno a farci bere tutti i crimini che si stanno portando avanti?